L’ARD Systemutilizza dei sistemi di Difesa e di Combattimento semplici da applicare per chiunque e per qualunque ruolo si svolga nella vita quotidiana (Donne, Commercianti, Studenti, Bambini, Soggetti a rischio lavorativo, ecc.) e con i metodi esclusivi per gli Operatori della Sicurezza (Pubblica e Privata), diventa un importante strumento da utilizzare (per la propria sicurezza o rivolta a terzi) anche nel campo professionale  (Militari, Reparti Speciali, Polizie, Security, Bodyguard, Guardie Giurate, ecc.).

 

L’ARDSystem “Action Reaction Defense” appartiene al ceppo Marziale del JKD, ma tra le caratteristiche che lo contraddistinguono dalle altre scuole di JeetKune Do o dalla stessa matrice originale sviluppata da Bruce Lee, possiamo notare che il combattimento viene valutato su 10 distanze differenti di aggressione (e non su 4 come nel JKD classico) eche la valutazione dello scontroviene vista in termini di azione difensiva su aggressione subita e non su sfida tra combattenti (anche se entrambe possono avvenire su strada).

 Mentre l’aggressione è improvvisa così come la Difesa (e quindi imprevedibile), la Sfida è premeditata da entrambi e appartiene prevalentemente ad un concetto di misurazione sportiva (per quanto la si voglia rendere senza regole) e non a scopo di salvezza della propria vita (quindi con azioni estreme, a sorpresa e senza limiti)! Inoltre l’ARD System fa uso di una metodica specifica, che genera Azioni in grado di provocare Reazioni specifiche e più controllabili all’atto della Difesa (da qui il termine ARD “Azione Reazione Difensiva)! Per questo motivo potremmo considerare l’ARD System, l’evoluzione del JKD!

 

ANALISI DEL PERICOLO E DISTANZE DI AZIONE:

Analizzando attentamente un azione di aggressione, possiamo notare che potrebbe manifestarsi già da una distanza apparentemente sicura (la 1° distanza molto lontana da noi anche di km) e rivelarsi invece drammaticamente pericolosa se qualcuno si è raggruppato davanti a casa tua, per aspettarti con intenzioni poco rassicuranti o per effettuare un furto.

 Il fatto di saperlo prima, perché si è stati avvertiti dal vicino o perché dalle telecamere di videosorveglianza wi-filo abbiamo visto in anticipo, potrà permetterci un’azione difensiva preventiva, che potrà essere anche il solo il chiamare le forze dell’ordine o quello di evitare di passare da casa in quel momento, ma pur sempre di un azione difensiva si tratta.

 

Così come un aggressione potrebbe finire in una semplice lotta a terra (la 10°distanza più ravvicinata con l’Aggressore), diventando altrettanto pericolosa in un aggressione multipla (attacco di massa con più aggressori), dove mentre si è alle prese con l’aggressore a terra, si potrebbero ricevere calci o colpi devastanti con tubi di ferro, bastoni, sedie, posaceneri in granito, ecc. utilizzati da eventuali suoi amiciancora in piedi.

Tra la prima e l’ultima distanza vi sono 10 differenti passaggi che nell’ARD System vengono attentamente analizzati e a seconda di ogni distanza, vi sono inserite strategie, difese, atteggiamenti e azioni  tratte da elaborazioni di svariate Arti Marziali, Sport da Combattimento e metodi Operativi insegnati ai più importanti Reparti Speciali e Polizie di tutto il mondo (utili per un intervento su aggressori armati, multipli o rivolti a terzi).

 

2°) Viene quindi analizzata la distanza su armi da tiro (armi da fuoco, coltelli o oggetti da lancio, ecc.) che potrebbero mettervi in pericolo anche a mt di distanza.

 3°) Armi lunghe da impatto (tubi di ferro, spranghe, mazze da baseball, bastoni lunghi, ecc.) che ad una distanza di 1mt e mezzo o 2 potrebbero rompere le nostre ossa e impedire un avvicinamento azzardato.

 4° Armi corte da impatto (bastoni corti, bottiglie, cinture, fruste, ecc.), che a poco meno di 1 mt potrebbero colpirci su tutte le parti del corpo (ossa e muscoli) ad una velocità in cui diventerebbe impossibile fermarle.

 5° Armi da taglio (coltelli, bottiglie rotte, siringhe infette,lamette, ecc.), che diventerebbero letali con il solo passaggio frustato sulle parti più vulnerabili del nostro corpo (vene, arterie, giugulare, ecc.).

 6°) Vi è poi il pericolo su distanza di pre-combattimento (quella che precede lo scontro fisico corpo a corpo), che determina le scelte delle proprie azioni successive.

 7°) La distanza di calcio (come nel JKD classico).

 8°) La distanza di pugno (come nel JKD classico).

 9°) La distanza di Trapping (come nel JKD classico).

 10°) La lotta a terra (come nel JKD classico).

Dieci distanze (e non 4) che valutano il pericolo di aggressione (e non di combattimento) che nei programmi ARD System vengono attentamente analizzate per applicare le migliori soluzioniad ognuna di esse!

 

OGGETTI OCCASIONALI:

Nell’ARD Systemsi studia anche come utilizzare oggetti comuni come strumento difensivo occasionale (ombrello, giornale, chiavi, biro, pettine, e lo stesso ambiente circostante), che con la giusta preparazione e conoscenza, possono rivelarsi vere e proprie armi diintervento che possono fare la differenza tra la salvezza e il subire.

 

 TECNOLOGIA A SUPPORTO DELLA DIFESA PERSONALE:

Su questa base vengono utilizzati inoltre, strumenti innovativi (dalla forma apparentemente inoffensiva), studiati e creati dalle più grandi aziende americane e tedesche, in modo specifico per la Difesa Personale.

 

Strumenti di metallo come il KeyDefender, a forma di piccolo cilindro (tipo il DosPuntas Filippino) o a forma di piccola pistola in plastica (come il Guardian Angel), in  grado di neutralizzare in pochi secondi uno o più aggressori nello stesso tempo, grazie ad un getto potente e selettivo di Capsicum. Un composto distillato a base di peperoncino che permette di togliere momentaneamente la vista all’aggressore, facendogli perdere l’equilibrio e l’intenzione di aggredire per circa 30-40 minuti, giusto il tempo per difendersi e mettersi al sicuro.

 Un oggetto in grado di aiutare il cittadino (anche con poca esperienza) a difendersi e neutralizzare l’aggressore, senza recare danni permanenti o di una certa portata. Utile soprattutto per chi non dispone di molto tempo da dedicare alla pratica fisica (bastano 3 ore di istruzione). I corsi tenuti in tutta Italia sono apprezzati soprattutto dalle Donne e dai Commercianti (sempre più soggetti agli attacchi della micro-criminalità). 

 

SOPRAVVIVERE IN OGNI SITUAZIONE:

Nel sistema “Extreme ARD Program” (per i più esigenti), vengono infine analizzate metodologie da Survival, in quanto tutto ciò che riguarda l’aggressione può essere un pericolo per l’Uomo, comprese quelle provocate da calamità naturali (terremoti, alluvioni, incendi, ecc.) o da ambienti ostili (zone fredde, troppo calde, vegetazioni intense, zone paludose, rocciose, ghiacciate, ecc.). Situazioni pericolose in cui chiunque potrebbe trovarsi coinvolto in qualunque momento, anche durante un viaggio o una vacanza all’estero (rimanendo magari fermi con l’auto in periferia durante una notte con temperature sotto zero, smarrendosi in un bosco, cadendo in acque ghiacciate,o durante una tempesta eccezionale).

 

Una capacità difensiva a 360° veramente utile in ogni circostanza di pericolo.Questa particolare parte del programma (oltre all’aspetto teorico), viene studiata in Stage specifici all’aperto, che si svolgono durante alcuni Week End dell’anno.